Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

 

 
Morihei Ueshiba (1883-1969)      

Il Maestro Morihei Ueshiba nasce il 14 dicembre 1883 a Tanabe. Già da piccolo, per rafforzare il suo gracile corpo, fu spinto dal padre verso la pratica di nuoto e Sumo, che presto abbandonerà per dedicarsi completamente alle Arti Marziali.

Il fondatore Ueshiba Morihei aveva concepito le sue tecniche per analogia con i movimenti della natura, in particolare osservando l'acqua. Secondo la sua concezione, il movimento deve seguire una spirale d'energia (meguri) che si esprime attorno al centro di energia vitale (seika tanden). Egli utilizza le forze centrifughe e centripete, e le accelerazioni che esse producono, per mettere in disequilibrio l'attaccante, associandole ad un sistema di torsione, di rotazione o di iperestensione delle articolazioni del corpo di quest'ultimo, dopo che uno spostamento appropriato ne abbia permesso la presa schivandone contemporaneamente l'attacco. Egli sviluppa un'idea di armonia e di estetica universali chiaramente attinte dal cuore della cultura giapponese (shochikubai, wabisabi) e da una concezione mistica del mondo ispirata più particolarmente dalla dottrina dell' Omotokyo, dopo che questa si era faticosamente e tardivamente evoluta verso un'ideologia pacifica. La non violenza di questo Aikido risiedeva nel fatto di non opporsi fisicamente alla forza dell'attacco, ma di deviarla per condurla ad un punto in cui l'attaccante si trovava ad essere dominato da una concomitanza di competenza tecnica, rilassatezza, spirito di non resistenza e unione con l'universo. Dal 1950 viaggia per il mondo per diffondere la Sua nuova arte fino a quando non si spegne il 26 aprile 1969.


Aikido è non-resistenza, esso è sempre vincente.

 

 

Hirokazu Kobayashi (1929-1998)

Allievo diretto di O'Sensei Morihei Ueshiba.Il Maestro Kobayashi e' nato ad Osaka nel 1929 ed e' stato allievo di O Sensei dal 1946 fino alla sua morte, seguendolo spesso nei suoi viaggi in tutto il Giappone. Pur vivendo ad Osaka, dal 1977 ha regolarmente visitato l'Europa tenendo Stages in Italia, Francia, Svizzera, Germania, ... Le sue tecniche di aikido possono venire descritte come molto brevi, potenti e precise, togliendosi dalla linea di attacco il prima possibile.

Nell'aikido del Maestro Kobayashi è fondamentale il concetto di libertà individuale e da ciò scaturisce una strategia d'azione ed una estetica (postura eretta con bacino equilibrato e mobile, sguardo libero) che associate alla tranquillità interiore permettono a chi è attaccato di far rivivere e rivalutare all'attaccante le motivazioni del suo attacco. Quest'ultimo, infatti, non solo si ritrova incolume dal punto di vista fisico, ma allo stesso tempo è stato protagonista di un'azione che attraverso leve ed immobilizzazioni articolari e attraverso delle proiezioni ha apportato benefici al suo corpo e alla sua mente.

Dov'è l'armonia se ho le mani dure, le spalle bloccate e la schiena irrigidita?

 

 

 

 

HAGAKURE
Accademia di AIKIDO
Associazione Sportiva Dilettantistica
C.F. 97645940152
postmaster@hagakure-aikido.com
Copyright © 2019. All Rights Reserved.

Inserisci le tue credenziali